Ristoranti e Trattorie
Ristorante Venus - Orta San Giulio (NO) - (3,5/5) PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da I Magnati della Lomellina   
Lunedì 26 Ottobre 2009 11:20

 

Ai primi di Ottobre 2009 ci rechiamo ad Orta San Giulio (NO), sull'omonimo lago, per cenare in uno dei caratteristici locali di questo grazioso borgo: il Ristorante Venus, che si trova in Piazza Motta 50, la piazzetta centrale di Orta, proprio in riva al lago. Per arrivarvi dovrete parcheggiare nei cari parcheggi a pagamento che si trovano all'ingresso di Orta, città completamente a traffico limitato, e scendere lungo la strada per circa 300metri, per arrivare alla scalinata che porta direttamente in Piazza.

Entrando nel locale troverete di fronte a voi un grosso bancone da bar, e i camerieri vi faranno accomodare all'aperto, se la stagione lo consente, o nella stanza superiore, rigorosamente vista lago, con l'Isola di San Giulio conil suo Monastero a un paio di centinaia di metri davanti a voi. I tavolini all'esterno sono un po' vicini, ma questo non comporta un eccessivo disturbo.

Per quanto riguarda il menù, esso rimane legato alle tradizioni lacustre, proponendo però piatti abbastanza ricercati e che si allontanano, come provenienza, dalle rive del Lago d'Orta.

Partendo dagli antipasti, intorno agli 11 euro, troviamo un invitante e particolare Involtino di lavarello al miele su letto di spinaci freschi scottati in padella con granella di nocciole piemontesi e anche una rosa di salmone affumicato della casa con crostini scottati al burro di montagna e anelli di cipolla di Tropea. Nella lista troviamo anche delle specialità ai funghi, ad un prezzo di un paio d'euro più alto, come i classici porcini trifolati serviti con cubetti di polenta fritta.

Passando ai primi, sui 12 euro, la nostra scelta ricade sui Caserecci di pasta fresca fatti in casa spadellatial burro in salsa di civet di cervo, sicuramente il piatto migliore della serata, molto saporito, gustoso, ma non troppo pesante. Scegliamo anche dei gnocchetti rosa di patate e barbabietole alla crema di Castelmagno D.O.P. in cialda di Parmigiano, delicati, ma allo stesso tempo sostanziosi.

 

 

 

Tra i secondi, che vengono offerti intorno ai 15-20 euro, troviamo dei medaglioni di tenero di suino scottati al passito in velo di "toma del pastore, a dire il vero non molto saporiti, e dei filettini di pesce persico alla farina di castagne sfumati all'Arneis, buoni ma non eccezionali. Ci sentiamo dunque di dire che i secondi sono sicuramente un gradino sotto agli ottimi primi.

Resistiamo alla tentazione di prendere il dolce, a circa 5 euro, nonostante nella lista faccia bella mostra di sè un invitante tortino caldo al cioccolato con cuore di gianduia e salsa alla vaniglia, che però necessita di un attesa di 10 minuti.

Aggiungiamo inoltre che è possibile ordinare anche pizze ed insalatone.

Il nostro giudizio su questo ristorante è buono, anche se dobbiamo registrare alcune note stonate, come i secondi un po' anonimi e il fatto che i camerieri siano un pochino "grezzi" e poco "delicati". Il prezzo è alto, giustificato in parte dalla fantastica e romantica vista che si ha dai tavolini di questo ristorante. Ci sentiamo dunque di consigliare questo locale a chi è in cerca di una cena romantica sul Lago d'Orta, un gioiello tra i monti dell'alto novarese.

(Per info e prenotazioni: tel. 032290362)

Guarda la sua posizione sulla mappa da cui puoi accedere tramite il menu che trovi a sinistra in HomePage o clicca qui... 

Giudizio (3,5/5): tomacastagna tomacastagna tomacastagna  tomacastagnamezza

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 25 Agosto 2010 12:44
 

Contatore

I Magnati sostengono:

robbionelcuore

Dona con PayPal

Ricerca con Google

Ricerca personalizzata

Sondaggio

Quanto ti è stato utile il nostro Sito?