Ristoranti e Trattorie
Ristorante Villa Rosa - Crescentino (VC) - (4/5) PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 41
ScarsoOttimo 
Scritto da I Magnati della Lomellina   
Lunedì 26 Ottobre 2009 18:25

 

A metà Ottobre 2009 ci rechiamo a pranzare, in occasione di una festa con più di 600 invitati, al Ristorante Villa Rosa, che si trova a Crescentino (VC), un locale attrezzato per pranzi, cerimonie e banchetti con oltre mille invitati.

Veniamo accolti nel giardino esterno, fiorito e ben curate, e tra fontane e fiori possiamo gustare l'aperitivo che viene servito su diversi tavoli a buffet e che consta di stuzzichini, salatini, tagliere di salumi, noci di grana, e ancora, focaccine, pizzette, olive all'ascolana, belga con mousse di formaggi, acciughe in salsa carpionata, olive ed insalata di riso. Da bere troviamo cocktails classici, come il Negroni, il Brut Maximilian I° e il Cocktail Champagne, e cocktails della casa come il Fontana Villa Rosa e il Roby Florida Cocktail, affiancati dalle bibite analcoliche.

Veniamo fatti accomodare nelle spaziose sale che si trovano sia al piano terra che al piano superiore e dopo poco incominciano ad arrivare gli antipasti, partendo da una cascata di prosciutto crudo di Parma Pio Tosini con del Salame crudo di Varzi, accompagnati da spiedini di frutta fresca. Proseguendo poi con una Foglia di Melenzana con mousse di formaggi, definita buona da chi è amante della melanzana, e con delle sottilette di carne con rucola e castelmagno. Per finire dei buoni peperoni in bagna caoda.

Un sorbetto al limone ci serve per spezzare e prepararci agli abbondanti piatti principali che da lì a poco ci verranno serviti. Come primo troviamo un ottimo Risotto con i Funghi, servito in abbondanti porzioni, mentre come secondo troviamo il Gran fritto misto alla piemontese, che manca di polmone, cervello e fegato, ma nel quale troviamo la prugna e la più esotica banana.

Prima dei dolci troviamo dei formaggi freschi e stagionati, tra cui zola, toma e fontina, accompagnati da miele e marmellata di fichi.

 

 

 

Come dolci troviamo una torta tartufata e un particolare, ma buono, gelato alla viola con cioccolato fondente.

Per chiudere caffè con cioccolatino, seguito a ruota da digestivi, grappa e limoncello.

Per quanto riguarda i vini, durante il pranzo, ci sono stati serviti un Barbera D.O.C. del Monferrato "Colma", uno Chardonnay Piemonte D.O.C. "Colma", un moscato spumante D.O.C. e un Prosecco "Bosca".

Questo ristorante appartiene ad una categoria un po' particolare di locali, quelli adatti a ricevere un gran numero di persone, per cui il nostro giudizio non può essere paragonato a quello di un normale ristorante, nonostante al Villa Rosa si possa venire a mangiare anche in numero ridotto. Abbiamo comunque trovato il Ristorante molto ben organizzato, con più cucine e con un gran numero di camerieri ben preparati. Il pranzo è durato circa 3 ore e mezza, ma è normale per feste di questo genere. I piatti sono di buona fattura e, nonostante non sia facile cucinare per così tante persone, i cuochi hanno cercato di proporre piatti classici ma non banali. Il prezzo è di soli 30 euro a testa, poco per tutto ciò che abbiamo mangiato.

(Per info e prenotazioni tel. 0161-843429 o www.villa-rosa.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )
Guarda la sua posizione sulla mappa da cui puoi accedere tramite il menu in HomePage o clicca qui...

Giudizio (4/5): tomacastagna tomacastagna tomacastagna tomacastagna

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 25 Agosto 2010 12:44
 

Contatore

I Magnati sostengono:

robbionelcuore

Dona con PayPal

Ricerca con Google

Ricerca personalizzata

Sondaggio

Quanto ti è stato utile il nostro Sito?