Ristoranti e Trattorie
Ristorante La Torre degli Aquila - Pavia (PV) - (3,5/5) PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 18
ScarsoOttimo 
Scritto da I Magnati della Lomellina   
Lunedì 23 Marzo 2009 18:31

 

A fine Marzo 2009 facciamo visita al Ristorante La Torre degli Aquila, che si trova a Pavia (PV), in Strada Nuova, al numero 20, in posizione centrale, a due passi dal Ponte Coperto e a un centinaio di metri da Piazza della Vittoria, da Annabella e dalla sede centrale della storica Universita di Pavia.

Il locale è ricavato in un'antica Torre di età medioevale ed è composto da un ingresso e da due piccole ma graziose sale, una al piano terra ed una al secondo piano, con in totale una trentina di coperti. I tavoli sono semplici, apparecchiati con una tovaglietta di carta.

Per quanto riguarda il menù si parte con gli antipasti, tra i quali scegliamo dei salumi misti e del lardo di Colonnata ed Arnad servito con miele di melata e crostini caldi, entrambi buoni. In alternativa erano presenti anche un tortino di ricotta calda con uovo di quaglia e crema di asparagi, della coda di rospo e del carpaccio di petto d'oca affumicato. I prezzi degli antipasti sono intorno agli 8 euro, abbastanza ragionevoli.

Passando poi ai primi scegliamo delle crespelle con ripieno di guanciale di vitello in salsa di piselli e guanciale croccante, buone e sostanziose e del risotto con crema di peperoni gialli e code di scampi all'erba cipollina, anch'esso gustoso. Un'altra proposta che ci intrigava erano i tortellini di cacio e pere con salsa di cacio e semi di papavero, che però non abbiamo scelto. I prezzi dei primi sono tra i 9 e 10 euro.

 

 

 

Tra i secondi invece troviamo, tra le altre scelte, delle costolette di maialino da latte al forno con sformatino di cavolo nero e del coniglio disossato e farcito al profumo di tartufo bianco con tortino di spinaci. I prezzi dei secondi sono un po' troppo alti, intorno ai 15 euro.

Per quanto riguarda i vini la lista è ampia, e noi propendiamo per una bottiglia di Muller Turgau da 15 euro. Per concludere la nostra cena, come dessert, la nostra attenzione cade su di una crostatina calda alle pere con crema alla cannella e su di un cannolo croccante con doppia mousse di gianduja e nocciola con salsa di lamponi. Dobbiamo dire che i dolci non ci hanno pienamente soddisfatto, soprattutto in relazione al prezzo, 8 euro, che riteniamo davvero eccessivo.

Il nostro giudizio complessivo sul locale è positivo, perchè la qualità dei cibi è buona, e il locale è piccolo ma grazioso. Tuttavia riteniamo che i prezzi siano un po' troppo elevati, infatti per una cena completa, dall'antipasto al dolce, bevendo una bottiglia in quattro, si viene a spendere una cinquantina di euro, cifra che riteniamo eccessiva e che rende il rapporto qualità/prezzo non del tutto conveniente. Resta comunque un buon posto per chi vuole fare un pranzo o una cena, magari non completa, a Pavia.

(Per info e prenotazioni: tel. 0382-27393)


Guarda la sua posizione sulla mappa da cui puoi accedere tramite il menu che trovi a sinistra in HomePage o clicca qui...

Giudizio (3,5/5): tomacastagna tomacastagna tomacastagna  tomacastagnamezza

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 25 Agosto 2010 12:50
 

Contatore

I Magnati sostengono:

robbionelcuore

Dona con PayPal

Ricerca con Google

Ricerca personalizzata

Sondaggio

Quanto ti è stato utile il nostro Sito?